Il ratto dell’Osvaldo parte terza: L’oca gemella

Bimbi ci risiamo, o un v’è ancora venuto a noia di sta’ a sentì i discorsi dell’Osvaldo? Dove s’era rimasti? Perché mi sono addormentato e ’un me lo ri’ordo più, ma ’un m’avranno mi’a dato anche una botta in testa e c’ho l’amnesie con la perdita della memoria a breve termine? Senti che linguaggio forbito ti sciorino, nemmeno avessi fatto la Normale, se’ondo me l’oche ce le pigliano alla Normale, voi che dite? Sapete ’na storia voi di ’urtura, è già tanto se mi state a sentì e capite tutto. Via, fatemi riprende il discorzo, di quando ero lì che m’ero dato per perso e ha sonato ’r campanello… Continua a leggere

Per amor del Chianti!

E poi uno se lo domanda, come mai gli stranieri arrivano qui e si innamorano. E mica solo loro, c’è gente che ha fatto follie per venirci a vivere, per rilevare un vecchio agriturismo, per lasciare la vita di una grande città americana in nome di un sogno visionario, per produrre vino e olio, per fuggire dal nord non appena possibile in attesa della pensione, per venire a respirare aria di bellezza. Continua a leggere

E delfino sia…!

Ebbene sì, ormai è ufficiale, lo possiamo dire: martedì 21 marzo se comprate «La Nazione» (di Pisa) riceverete in regalo un libro, che racconta la storia nientepopodimenoche… del delfino in Arno!

Scrivere questo libro è stato un divertimento, ma anche una bella sfida.

Quando mi è stato proposto dagli amici de «La Nazione», ovvero da Tommaso Strambi e Antonia Casini, insieme alla casa editrice MdS, ovvero Sara Ferraioli, ho trovato subito l’idea entusiasmante, entusiasmo che si è un filino spento, anzi tramutato in panico, quando mi hanno detto i tempi per la consegna del testo pronto e finito con le scarpe allacciate: DIECI GIORNI! Continua a leggere

“Book at Home”, metti un autore in salotto

Quella del “Book at home” è una formula che mi ha entusiasmato subito. Tra le mille idee che MdS Editore sforna, e che sono sempre creative e originali, questa di fare piccole presentazioni in casa di qualcuno che si prende la briga non solo di invitare amici che possano apprezzare l’iniziativa ma di preparare anche un ricco buffet di apericena (ormai si usa dire così), mi è sembrata da subito un’ottima cosa. Continua a leggere

Risposte difficili per una domanda semplice

Arriva sempre un momento in cui spulcio la pila di libri sul comodino sperando di scovarne uno che non ho letto, ma ovviamente, scopro con disappunto che non è così: finiti, finiti tutti. Sul comodino solitamente ci tengo quelli ancora da leggere (che appunto finiscono sempre troppo presto), ma anche i libri più cari, che di tanto in tanto sbocconcello, magari dopo aver chiuso la lettura “principale”. E ancora manuali di equitazione o sui cani, che via via consulto e rileggo. Continua a leggere