La crisi di mezza scrittura

Ma non era la crisi di mezza età? Vero, quella è la più famosa, però ce ne sono parecchie altre, di crisi. Per esempio quella di “mezza scrittura”, non lo sapevate? È una questione serissima che, pare, ammorbi e mandi in crisi uno scrittore, o sedicente tale, su tre. Continua a leggere

Annunci

ZOOMAFIA, chi è costei? Spieghiamolo con un convegno!

L’idea di partenza era quella di una presentazione del mio romanzo Bianconero, parlare semplicemente della mia scrittura però, per quanto sempre piacevole per l’autore, mi pareva riduttivo. In fondo i miei romanzi gialli non li scrivo solo per il gusto narrativo, seppur fortemente motivante, il mio scopo è quello di sensibilizzare sul tema della tutela animale, dei diritti e del benessere degli animali. Continua a leggere

Acqua gym, una scelta non del tutto consapevole

Quella di iscriversi a un corso di acqua gym è stata una decisione un po’ avventata, diciamolo. Dettata forse più dal senso di colpa per aver trascurato la mia schiena per tanto tempo che per una reale convinzione. Qualcosa dovevo fare, di questo ero consapevole, come dello sforzo preteso dalla mia schiena per aver sopportato, con grande dignità devo dire, ben due traslochi e quasi due anni di totale trascuratezza, fatta salva qualche camminata con il cane, pur sempre benefica ma non certo sufficiente. Continua a leggere

Mia e il leone bianco

Io non sono in grado di fare la “critica” di un film, di quelle con i paroloni, i raffronti, le citazioni colte da laurea in storia del cinema. Io sono una di quelle che va a vedere un film, si prende i pop-corn e si lascia trasportare dalla magia del grande schermo, che ci fa sempre tornare un po’ bambini. e del resto questo week end ci sono andati in parecchi a vedere questo film, al suo debutto, risultato in vetta agli incassi nelle sale italiane  con 1.929.892 euro. Continua a leggere

L’arte di accumulare, da vizio a virtù

Questo mi serve. Questo lo tengo. Ah questo senz’altro dispiace buttarlo, è un ricordo. Questo? Si sa mai che poi torni di moda. Diciamo la verità, buttare è un peccato, se poi il posto ce l’hai tanto vale mettere da parte, no? Poi dopo deciderai. Poi. Dopo. Il bello arriva quando quel “poi” si presenta alla porta, bussa e con un sorrisetto di chi la sa lunga ti dice ciao ti ricordi di me? Sono quel “poi”, eccomi qua e adesso sono cavoli tuoi. Continua a leggere

Se un’alba d’autunno un cacciatore

Com’è andata ancora non si sa. E forse non si saprà mai. Fatto sta che a un certo punto, in un certo posto, da un fucile Winchester sono partiti dei colpi calibro 300 Magnum, e invece di un cinghiale hanno colpito prima il braccio, poi l’addome di un ragazzo. Passeggiava con il suo cane per i boschi, era l’alba, alcuni dicono che no, faceva parte della battuta di caccia pure lui, questo ragazzo di 19 anni, che si è trovato nel punto sbagliato nel millesimo di secondo sbagliato. Continua a leggere

“Montagne in noir”, la prima edizione del festival dedicato al giallo a Bardonecchia

Finisce oggi questa prima edizione, si potrebbe definire l’anno “zero”, di un festival interamente dedicato al genere “giallo”, o noir che dir si voglia, organizzato dall’associazione Torinoir e dal comune di Bardonecchia, che ha ospitato gli eventi presso il Palazzo delle Feste e organizzato parecchie altre cose interessanti che se avete pazienza di leggere ve le racconto. Continua a leggere